Le parole di Mignano, Mazzamauro e Annunziata, alla vigilia della gara contro il Francavilla

798

Vigilia della prima casalinga di campionato per il Savoia, impegnato in mattinata con l’ultimo allenamento in vista del Francavilla: sotto gli occhi vigili del direttore Mignano e guidati da mister Squillante ed il suo staff, i bianchi hanno sostenuto la rifinitura prepartita, pronti a mettere in campo domani concentrazione ed impegno massimi.

Nelle file degli oplontini rientrerà dal turno di squalifica l’attaccante Del Sorbo, mentre sarà fermo il compagno di reparto Tedesco, appiedato per un turno dal Giudice sportivo. Ancora ai box per infortunio l’altro centravanti Pisani, saranno da verificare le condizioni di Gatto, Alvino e Franzese.

Al termine della preparazione è il Ds Marco Mignano a rimarcare quanto chiesto in questi giorni ai suoi calciatori: “Ho parlato a fondo con i ragazzi questa settimana, ho detto loro che voglio una squadra operaia che non abbia paura di rimboccarsi le maniche e svoltare dopo Picerno. Una squadra cattiva calcisticamente, che rispetti l’avversario ma che sappia imporsi su esso, che lotti su ogni pallone dando tutto ciò che ha per i compagni, la maglia, la società. È un momento delicato, abbiamo ancora qualche giocatore fuori causa, ma chi andrà in campo voglio che lo faccia con spirito combattente. Voglio gente che non molli sino alla fine, che non sottovaluti in nessun istante l’avversario e che abbia una gran voglia di fare bene”. Il dirigente biancoscudato si rivolge, poi, ai propri tifosi: “Siamo arrivati a Torre Annunziata portando il nostro modo di operare, la nostra professionalità, per creare un progetto che abbia continuità. Sappiamo che questa è una piazza esigente e competente, chiediamo loro di aver fiducia in noi, standoci vicini nel migliore dei modi. Le multe, che abbiamo preso nelle ultime partite, non solo sono un grosso danno economico per noi, ma mortificano un’intera meravigliosa tifoseria, additandola per quello che non è per colpa di pochi facinorosi. Il tifo per i bianchi è un vero e proprio spettacolo, da far venire la pelle d’oca. Non è giusto che per colpa di alcuni personaggi venga infangata l’intera Torre Annunziata e penalizzato pesantemente il Savoia”.

Alle parole del Direttore sportivo fa eco il pensiero dei Presidenti Francesco Annunziata e Alfonso Mazzamauro:La tifoseria di Torre Annunziata è unica in Italia per quanto concerne passione ed attaccamento alla squadra. Ma non è concepibile dover pagare 2.800 € di multe in due partite per qualche intemperanza di troppo. Sono cifre che pesano non poco sulle casse della società, cifre che avremmo preferito spendere in modo migliore per 1a squadra o settore giovanile. Se continueranno le ammende pecuniarie, ci vedremo costretti ad aumentare i prezzi dei biglietti. Senza tener conto che rischiamo anche per il campo. In ogni caso condanneremo sempre la violenza, collaborando con il Dipartimento Interregionale della LND e le Forze dell’Ordine per l’individuazione di eventuali responsabili di fatti violenti”.

Ufficio Stampa U.S. SAVOIA 1908

Antonella Scippa