Sportitalia rivela: ci sarà una rivoluzione del format. Probabile un B divisa in due gironi ed una serie C, non professionistica

0
1106

Si prospetta una vera e propria rivoluzione in serie B e C.

Considerata la grave situazione dovuta al Coronavirus, si sta pensando di ridurre le squadre professionistiche da 100 a 60. Difatti, secondo quanto rivelato dagli studi di Sportitalia, la serie A rimarrebbe a 20 squadre, mentre la B, verrebbe invece divisa, in due gironi. Ecco quanto confermato anche dal sito tuttomercatoweb:”La Serie B potrebbe passare, secondo il progetto preso in esame, ad un format con due gironi da 20 squadre nei quali sarebbero presenti le società dell’attuale Serie B più altrettante della Serie C (Monza, Reggina, Vicenza e altre i cui criteri di selezione sono ancora da capire). Questa serie avrebbe il vantaggio di percepire la mutualità sia dell’attuale Serie B sia quella della C. La terza serie, infine, sarebbe composta dalle restanti 40 società dell’attuale Serie C più 20 società di Serie D fra le quali ci saranno le vincitrici dei vari gironi della stagione 2019/2020 più altre ancora da selezionare secondo modalità precise. Questa serie sarà, di fatto, un campionato non professionistico, con le società che non saranno più a scopo di lucro”. Questa soluzione, aprirebbe dunque le porte, a sicuri ripescaggi dalla serie D e i bianchi potrebbero dunque avere serie chances di rientrare tra le prossime sessanta compagini che prenderanno parte al prossimo campionato di serie C.

Lascia un commento

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome