Parla solo il Presidente Mazzamauro dopo Savoia-Corigliano: “Venerdì abbiamo stretto un patto con i nostri calciatori, solo vittorie”

0
412

Dopo la bella vittoria del Savoia sul Corigliano conquistata senza mai soffrire, in sala stampa per le consuete interviste post partita si presenta il solo presidente Mazzamauro con una gran vena motivazionale. Queste le sue dichiarazioni:

Solo una breve dichiarazione, la squadra già contro il Roccella non mi piacque e neanche a tutto lo staff come contro il Messina dove non ha dato nulla secondo i nostri valori almeno nel secondo tempo; abbiamo perso una partita in 8 contro 11. Ho aspettato almeno 4 giorni per poter parlare con la squadra perché ero su tutte la furie. Venerdi abbiamo un chiarimento e con una stretta di mano è nato un patto che fino all’ultimo sudiamo la maglia e portiamo a casa il risultato cercando di arrivare più in alto possibile cercando di dar fastidio. È un patto che prevede per noi tutte vittorie, vediamo solo in casa nostra e di cosa siamo capaci, ho chiesto al mister di schierare solo chi ha voglia di vincere e sta meglio e penso che ha un’ampia scelta poiché abbiamo la rosa più ampia di tutto il girone. Oggi avevamo diverse mancanze importanti ma ce la siamo cavati bene lo stesso, alla grande, nonostante il gol subito, ero convinto anche nell’ottica prestazione di Romano per il quale mi fa piacere tantissimo per il suo spirito di sacrificio col quale ha accettato panchine e tribune e poi oggi è entrato ed ha spostato gli equilibri. Il silenzio stampa nasce per mantenere un profilo basso, oggi ho visto una squadra operaia, io voglio una squadra che si sacrifichi dal primo all’ultimo minuto. Non guardiamo più i punti persi, guardiamo solo avanti, se la mia squadra perde meritatamente sono il primo a stringere la mano all’avversario. Ho detto al mister di non guardare più al calore economico del calciatore ma solo a quanto può dare nel momento della scelta della squadra titolare. La carota ed il bastone non li ho mai usati con la mia squadra, ho sempre usato il dialogo, ma voglio vedere le guerre puniche in queste settimane. Non ho mai temuto anche dopo il gol del Corigliano, confido nei miei, ci siamo chiariti davvero bene, questi ragazzi non meritano la seconda piazza ma la prima. I punti che abbiamo perso forse li abbiamo persi per superficialità; nel confronto di venerdi la squadra si è resa conto che avrebbe dovuto avere più carattere nella situazione di vantaggio. Ammiro chi ha organizzato la cena tra i ragazzi, anche perché può far bene, l’unione fa la forza; questo è un gruppo coeso. La squadra ci ha sempre creduto e continua a crederci. Non ci siamo arresi e non dirò mai che ci siamo arresi ci sono ancora 8 partite e sono tante, ce la giocheremo fino in fondo. Anche Diakite oggi ha fatto una grande gara, sta facendo il cosiddetto lavoro sporco rispetto all’anno scorso, è un lavoro apprezzabile. Lo dico col cuore, io a questi ragazzi voglio davvero bene come figli, sono tutti ragazzi per bene, sono professionisti veri, il loro modus pensandi è diverso da quello degli altri. Se dovessimo vincere gli eventuali playoff la domanda certo che la faccio, ma se non dovessimo vincerli sarebbe inutile, se dovessimo fare domanda dovrebbe essere presente e partecipe anche il comune perché il campo dovrà avere molti requisiti“.

Lascia un commento

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome