Salta l’accordo con Marigliano. Il comunicato di Matachione

0
327

Qualche giorno fa avevamo annunciato ai nostri lettori l’imminente arrivo in maglia bianca  dell’esperto centrocampista Francesco Marigliano che, in effetti, aveva raggiunto un accordo con il presidente Nazario Matachione, come dimostrano le screenshot delle conversazioni whatsapp che lo stesso Matachione ha reso pubbliche tramite la pagina ufficiale del Savoia.

Il calciatore classe ’88 originario di Napoli tuttavia, nella giornata di ieri si è poi accordato con l’SC Ercolanese scatenando l’ira del presidente onorario del Savoia che, con un duro comunicato, riportato integralmente a seguire, ha detto la sua sulla vicenda.

Giuda Iscariota, figlio di Simone, è stato uno dei dodici apostoli di Gesù, quello che secondo il Nuovo Testamento lo ha tradito per trenta denari attraverso il gesto di un bacio. Con questa descrizione parte questa mia comunicazione, non ci sarebbe altro termine, purtroppo esiste il bene e il male, l’essere onesti e disonesti, affidabili e inaffidabili, i ladri e gli onesti, i traditori e i fedeli. Questa è la vita, questo è l’essere umano, in ogni campo in ogni settore. Dipende da che lato si vuole stare. Fatta questa premessa mi rendo conto sempre di più del perché questa città non emerge, dove il male cerca di prevalere sempre, dove c’è chi cerca di scavare fino al centro della terra per cercare qualcosa per fare polemica e per demolire le persone. Sono passati 30 giorni da quando abbiamo salvato il calcio a torre Annunziata, ed in soli 30 giorni abbiamo ricostruito tutto, anche la dignità di poter tifare la propria squadra. Però c’è sempre il male, c’è sempre chi deve demolire chi cerca solo di fare del bene. Argomento Marigliano, cercherò di non dargli un nome, non lo merita, ma solo di raccontare cosa è accaduto. Ci parlo, chiudiamo l’accordo poi ha avuto un problema con il figlio piccolo e non ci siamo più incontrarti, tralasciando che mobilizzo mezzo ospedale di Napoli per seguire il figlio, si…chiamo tutto l’ospedale come se fosse mio figlio. Lo ricevono e lo assistono. Per me Marigliano era diventato un familiare. Ci sentiamo in serata per sapere come stava il figlio, poi mi conferma di essere parte integrante del Savoia e mi autorizza ad annunciare alla stampa. Qui il mio errore, pensavo che fosse una brava persona, pensavo che fosse un uomo serio, che mantenesse le stretta di mano, che avesse una parola, quindi comunico ad un sito locale la notizia, errore, grande errore, avevo dimenticato dove mi trovavo, in un campionato di eccellenza, non in un campionato di professionisti. Poi mi chiama lui lunedì mattina alle 10, (ieri), mi conferma che sarebbe arrivato a Torre Annunziata alle 15,30 per firmare. Poi ad un tratto, alle 14 mi manda un vocale che non sarebbe più venuto a Torre perché aveva avuto una proposta migliorativa da altra squadra, e quindi non poteva rifiutare, potete immaginare il mio dispiacere, la mia delusione, ma avendo preso l’impegno con la città, ho detto vieni a torre ed accetto tutte le condizioni. Alla fine tutto come da copione. Perciò voglio i giovani. Ora cerchiamo di non pensare a questa cosa, oramai si è capito che c’è una regia dietro a tutto questo nostro lavoro, ricordatevi che Emanuele Filiberto ha tolto il Savoia alla camorra, quindi ci potrebbero essere alcune testate giornalistiche locali vicine a certi personaggi. Quindi ora basta, cerchiamo di essere uniti e viaggiare per sconfiggere il male. Perché sono certo che uniti vinceremo. Avanti Savoia! (Nazario Matachione)

 

Lascia un commento

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome