Savoia, ripescaggi: tutti i numeri a favore della squadra oplontina

0
935

Con l’attività agonistica che per la stagione 2019/2020 ha chiuso i battenti, i vertici federali avranno il compito di definire i verdetti non assegnati sul campo e consentire alle società di programmare quanto prima la prossima stagione.

Criticata da tutti gli addetti ai lavori la proposta del Presidente Ghirelli di bloccare le retrocessioni dalla C alla D, si andrà con ogni probabilità verso la promozione delle prime classificate di ogni girone ma si dovrà comunque attendere la decisione del Consiglio Federale. Le vincitrici di ogni gruppo, però, non saranno le uniche ad accedere al prossimo campionato di Serie C, dal momento che si dovrà tenere conto delle squadre che erano ancora in piena lotta per accaparrarsi la promozione diretta.

Prima di elencare le squadre che nei 9 gironi potrebbero fare domanda di ripescaggio, cerchiamo di capire i criteri in base ai quali viene stilata la graduatoria:

normalmente, la graduatoria iniziale comprende le squadre vincitrici dei play-off dei rispettivi gironi, ma per causa di forza maggiore, questa volta ne sarà prevista una “estesa” formata da più squadre. Il punteggio viene assegnato nel seguente modo:

  • media punti in classifica al termine della regular season
  • + 0.5 alla vincitrice della Coppa Italia
  • + 0.25 alla perdente della finale di Coppa Italia
  • + 0.10 per la squadra che si classifica al 1° posto nel proprio girone per il concorso “Giovani D valore
  • +0.05 per le squadre che si classificano al 2° e al 3° posto nel proprio girone per il concorso “Giovani D valore”

Andiamo per gradi:

Media punti – Considerando la media punti in classifica al termine della “regular season” se così la si vuole definire, al 1° posto dei nove gironi troviamo l’Ostia Mare con una media pari a 2.19. Subito dopo la squadra laziale, vi è il Savoia con una media punti di 2.15 (con 56 punti in 26 gare disputate). Molto forte anche la posizione del Foggia nel girone I, con 2.07. A seguire nel Girone F, Campobasso e Notaresco con media punti di 2.00.

A 1.92 troviamo nel girone H il Sorrento e il Monterosi nel girone F. Nel girone A, ad 1.88 il Prato,che così come il Foggia nel girone H, si è trovato ad un solo punto di distacco dalla capolista Lucchese. Infine nel girone B, il Legnano con 1.85.

Bonus Coppa Italia – Tenendo conto del punteggio della Coppa Italia, la finale in programma tra Fasano e Folgore Caratese non è stata disputata e volendo ragionare per eccesso e assegnando quindi a entrambe il bonus di 0.5; i pugliesi salirebbero a 1.90, mentre la squadra di Carate Brianza raggiungerebbe quota 2.09 ( ipotesi comunque abbastanza ottimistica e difficile che si concretizzi).

Giovani D valore – Cristallizzando anche le classifiche del concorso “Giovani D valore”, ai primi posti di ogni girone troviamo squadre di medio-bassa classifica, ad esempio il Marsala nel girone I e il Ponte San Pietro nel girone B.

Questione stadio/numero medio di spettatori – Non rientrano nei criteri di ripescaggio, l’impianto nel quale vengono disputate le gare, il numero medio di spettatori nelle gare casalinghe e il blasone e la storia della squadra. I seguenti criteri si adottano per le squadre retrocesse dalla C alla D e che fanno domanda di riammissione.

Savoia addirittura primo se… – Il Savoia risulterebbe addirittura al 1° posto, qualora la Lega decidesse di considerare le classifiche dei 9 gironi alla 24° giornata di campionato, dal momento che il numero di partite giocate in ogni girone è diverso. La squadra oplontina avrebbe la media più alta in assoluto: 2.20 (a netto dei 53 punti in 24 gare), contro i 2.13 di Foggia e Ostia Mare.

Numeri alla mano, la società della famiglia Mazzamauro/Annunziata sarebbe la prima squadra da considerare per eventuali ripescaggi. In attesa dell’Assemblea convocata per il 4 Maggio e delle decisioni del Consiglio federale sulle retrocessioni dalla C alla D, i tifosi oplontini possono cominciare a sognare.

Lascia un commento

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome