Fasano-Savoia: focus sui prossimi avversari dei bianchi

203

Trasferta insidiosa per il Savoia che dopo i festeggiamenti per i 110 anni, affronta in trasferta il Fasano, squadra che nel corso della stagione si è rivelata essere tra le più imprevedibili del girone; conosciamo meglio i prossimi avversari:

Curiosità- Nonostante la città fosse dotata di un campo di calcio sin dal 1933, il Fasano Calcio nasce soltanto nel 1964; fino ad allora l’impianto era usato principalmente da formazioni sportive militari. I colori della compagine pugliese sono il bianco e l’azzurro ed il simbolo è il “faso”, un colombo selvatico che era solito bere presso le cosiddette “fogge” ovvero delle paludi dove defluivano i corsi d’acqua provenienti dalle colline.

Lo stadio- Intitolato all’inizio degli anni ’80 al calciatore Vito Curlo, morto in un tragico incidente stradale, l’impianto ha una capienza complessiva di 4900 posti e l’assenza della pista di atletica offre un’ottima visibilità del terreno di gioco. In occasione dei mondiali di calcio di Italia ’90, fu scelto come sede per gli allenamenti della nazionale del Camerun che trascinata dal 38enne Roger Milla, autore di ben 4 gol, fu la vera sorpresa di quei mondiali.

Lo score- Nel corso di queste 11 giornate, i bianco-azzurri hanno collezionato 15 punti ma con una gara ancora da disputare per via dell’infortunio accorso all’arbitro durante il match casalingo con il Taranto. In casa, gli uomini di Giuseppe Laterza, nel corso di questa stagione, hanno sempre raccolto punti. Su tutte, spicca la vittoria per 2-1 rifilata al Cerignola alla decima giornata ma i 3 punti casalinghi sono arrivati anche alla sesta ai danni del Sorrento. Altri punti, invece, sono stati raccolti con i pareggi contro Gelbison e Francavilla in Sinni. Da segnalare, infine, la sconfitta in casa dell’AZ Picerno per 6-5.

La rosa- Mister Laterza può fare affidamento su calciatori esperti e di sicuro affidamento tra cui l’argentino Anibal Montaldi autore di 3 gol, di cui una con il Cerignola, il bosniaco Enis Nadarevic capocannoniere con 4 gol e gli esterni Vincenzo Corvino( a segno con Graganano ed Ercolanese) ed il portoghese Gomes Forbes.

Altri elementi interessanti sono il centrocampista classe ’99 Alessio Tuttisanti proveniente dal Monopoli, l’argentino Juan Manuel Cobo ed il difensore centrale con il vizio del gol Gabriel Colombatti.