Scuola calcio e settore giovanile, il dg Rais mostra il nuovo progetto

0
526

“Educheremo innanzitutto i bambini al rispetto delle regole e ci informeremo sul loro rendimento scolastico. Stiamo valutando in quali strutture poter realizzare tutto questo; abbiamo chiuso per il portiere Savini classe ’99 proveniente dal Torino”.

È ancora alla fase embrionale, ma il progetto del nuovo direttore generale del Savoia (lo scorso anno Capo Area osservatori sud Italia per il Torino) sembra avere tutti i presupposti per dare soprattutto quella continuità che potrebbe davvero fare la differenza.

Ecco le sue parole:

“Qui a Torre Annunziata ho il compito di costruire un settore giovanile all’altezza che duri negli anni. Si parte da quattro pilastri. Primo: la serietà della famiglia Mazzamauro-Annunziata che fa calcio per passione e non a scopo di lucro. Secondo: la tradizione di questa società. Terzo: la passione dimostrata dai tifosi del Savoia che da sempre vanno oltre la categoria ed infine quarto ed ultimo punto, la possibilità di educare i giovani al rispetto delle regole che ormai la società civile non riesce più a trasmettergli. I bambini devono avere la voglia di venire al campo ma soprattutto assistere alle partite della domenica come accadeva trent’anni fa.

Mi informerò costantemente sull’andamento scolastico dei ragazzi e le famiglie verranno incontrate mensilmente per parlare di alimentazione ed anche dell’aspetto psicologico dei loro figli. Potranno parlare con me e con il mio staff di qualsiasi cosa, tranne una: di calcio. Il mio parco allenatori sarà sempre protetto e se un genitore fosse convinto di avere a casa Maradona, allora lo porti al Milan o alla Juve, non al Savoia.

Stiamo valutando le strutture nelle quali poter realizzare tutto questo e ritengo questo progetto davvero all’avanguardia.

Ho scelto di fare il Capo Area Osservatori qui in Campania perché qui c’è ancora il ragazzino che gioca per strada e che ha tanta voglia.

Abbiamo chiuso due operazioni importanti: siamo riusciti ad avere in prestito il portiere Savini classe ’99 dal Torino con la collaborazione del direttore Mignano ed inoltre un nostro giovane del 2001 Abate è stato girato in prestito alla Beretti del Torino.

Possiamo fare,quindi, qualcosa di importante qui ed il nostro slogan sarà: educhiamo ragazzi, formiamo calciatori.