Interviste post Savoia – San Giorgio 2 – 0

0
189

Le dichiarazioni i Fabian Fava e Ignudi

Dopo la bella vittoria sul San Giorgio ottenuta dai bianchi grazie ad una più che positiva prestazione collettiva e ad una bella doppietta di Fava, il bomber stesso, mister Fabiano, mister Ignudi ed il d.s. Mennitto rilasciano le loro impressioni:

Fabiano: Il San Giorgio è un’ottima squadra ma ha incontrato un Savoia in palla sotto il profilo sia tecnico che tattico che mentale, però qualche erroretto ancora lo facciamo, dobbiamo restare sempre in palla perché il calcio è imprevedibile. Devo dire a qualcuno che quando non segnava gli buttava qualche pietrina che Fava fa segnare anche gli altri se non segna e al di là della sua caratura tecnica è un uomo che fa la differenza sia in campo che fuori dal campo, per lui il calcio non ha età, gioca perché ha una grande passione e lo si vede da come si allena e da come ci tiene, io una statua gliela volevo fare non da adesso ma anche quando non stava bene e si buttava su ogni pallone anche se non stava bene. Pappagoda deve restare con i piedi per terra, sta facendo davvero più che bene, per lui l’importante è avere le certezze che gli da l’allenatore e che gli danno i compagni, il calcio è difficile ed è importante restare umili.
Palmieri per me non è un under, finora ha avuto poche possibilità ma sta dimostrando di essere un giocatore importante perché ha qualità importanti, se sta qui è perché noi lo consideriamo come un over, ha sostituito De Rosa alla grande oggi. Dico che ci difendiamo meglio come squadra perché non era il reparto in se che stava facendo male ma era la squadra che stava facendo male sotto il profilo tattico e questo vuol dire che siamo cresciuti tanto sotto il profilo tattico, è tutta la squadra che fa e che deve fare la fase difensiva; il merito è sempre di tutta la squadra e di tutto lo staff, di tutti i collaboratori e massaggiatori, abbiamo un’organizzazione a livello medico davvero da squadre di categorie maggiori. Per adesso c godiamo questa vittoria e da martedì pensiamo alla Puteolana, domani giornata di riposo di cui abbiamo bisogno, per ora non ci penso. I risultati favorevoli non ci devono far perdere mai la “cazzimma” che dobbiamo avere in ogni gara.

Fava: il mister ci dice di venire fuori a prendere la palla tra le linee per poi puntare la difesa sulle fasce dove abbiamo grandi giocatori, la mia voglia è tanta ed è quello che ancora oggi mi fa piacere e sono contento per la vittoria, l’importante oltre il gol era continuare a fare risultati importanti. Io e Gennaro abbiamo un ottimo rapporto e c’è questa competizione sana tra noi due che abbiamo una bella amicizia.
I ragazzi devono restare con i piedi per terra, non devono mollare la presa, devono avere fame e noi dobbiamo sempre stargli a fianco.

Ignudi: oggi era il peggiore avversario che in questo momento potevamo invontrare perché venivamo da un periodo sotto il profilo mentale veramente brutto; oggi abbiamo fatto davvero bene sulle fasce laterali ma la differenza alla fine l’hanno fatta proprio uomini della caratura di Fava. È vero che qualche leziosismo di troppo in avanti ci ha fatto perdere i buoni inserimenti e la velocità di Ioio che potevamo sfruttare essendo più pratici e cinici ma la prestazione c’è stata sotto certi aspetti, sotto altri abbiamo peccato. Ci sono dei problemi ma i panni sporchi si lavano in famiglia, il calcio si fa in settimana non solo la domenica, in queste categorie purtroppo in tanti ragionano così e di questo si pagano le conseguenze. Sul mercato ne parlano le persone preposte della società che certamente sa quello che io ho chiesto, spetta ad essa chiedere se quello che ho chiesto è realizzabile o meno. Al momento Ioio è un giocatore nostro e vorremmo tenerlo, ma dipende anche da lui che sicuramente è attaccato ai nostro colori.

Mennitto: ci godiamo assolutamente il presente perché penso che con il lavoro e la serietà dei ragazzi stiamo raccogliendo veramente tanti frutti, per noi è una giornata positiva per avere allungato ma c’è ancora da lavorare tanto, tantissimo, da martedì quindi riprendiamo a lavorare per l’impegno importantissimo che abbiamo a Pozzuoli. Domenica vedremo qualche volto nuovo ma per il Giugliano non per i suoi avversari, sappiamo che possiamo cercare di migliorare questa rosa cercando di allargare un po la rosa degli under. Già ho detto che all’inizio avendo idea di giocare con un altro modulo a centrocampo si era un po corti, non dico di trovare un altro Sardo, ma l’identikit è quello di un calciatore che può ricoprire più ruoli. Per quanto riguarda gli indizi sul futuro come mercato, penso che la rosa a disposizione sia competitiva e soddisfi anche le aspettative de tifosi noi intanto abbiamo vinto la scommessa con il presidente. Sarebbe facile parlare adesso ma anche noi da addetti ai lavori attendevamo il banco di prova contro le squadre più importanti ma i risultati positivi che si sono ottenuti non possono che soddisfarci.