Interviste post Savoia – Sessana 5 – 3

0
150

Le dichiarazioni del post partita

Dopo la vittoria al cardiopalma dei bianchi sulla Sessana per 5 a 3, mister Fabiano, mister De Michele, Riccio, il match winner della gara ed il d.s. Mennitto, rilasciano le loro dichiarazioni nella consueta conferenza post partita.

Queste le dichiarazioni dei protagonisti.

Fabiano: Errori individuali che non possiamo permetterci, dobbiamo pensare ad ora, per me va bene così, anche 5 a 3 o 6 a 4 va bene così, nel primo tempo mi hanno fatto arrabbiare altre cose non tanto i singoli errori, stavamo messi male in campo ed eravamo lunghi, larghi e leziosi.
Mi assumo io la responsabilità delle scelte che faccio nel mettere in campo l’uno o l’altro giocatore. Purtroppo questo è il calcio, l’importante è aver vinto ed aver trovato le vittorie.
Io inizialmente giocherò sempre con questo modulo perché è una mia scelta. Di Paola viene da un periodo in cui ha fatto bene ma fuori casa non ha fatto benissimo, ha cambiato la partita e questa è una nota di merito.
Il primo tempo abbiamo fatto malissimo è vero ma nel secondo tempo oggettivamente abbiamo cambiato la partita. L’approccio è sbagliatissimo lo so e me ne assumo le responsabilità; da domani si pensa solo alla Maddalonese, alle altre ci penseremo poi.
Nel primo tempo siamo stati troppo leziosi e lunghi, toccando troppe volte la palla e perdendo troppe volte la palla. Non ho paura degli scontri diretti, con questa squadra ben vengano gli scontri diretti.
Di Girolamo sarà, spero, pronto per la prossima partita, Emma ha avuto un problema di natura muscolare e ci vorrà un po più tempo.
La Sessana ha un grande allenatore e ci ha contrastati alla grande ripartendo alla grande.
Se vediamo le partite che ha perso notiamo anche una grande sfortuna.
Abbiamo un grande difetto dall’inizio che è essere troppo leziosi a volte, ma questo è un campionato in cui dobbiamo essere molto più pragmatici e pratici. Il pubblico è sempre determinante e ci trascina sempre e da sempre.

De Michele: possiami fare veramente bene, purtroppo la classifica visto il nostro campionato è bugiarda, anche a Frattamaggiore facemmo una grande partita ma siamo stati veramente sfortunati. Il calcio è fatto anche di queste cose ma dobbiamo prendere quanto di buono fatto in queste partite e riprendere la marcia.
L’obiettivo della Sessana è stare in alto perché è una delle candidate ai Play-off perché abbiamo una grande squadra purtroppo però abbiamo diversi giocatori forti fuori, ma con la squadra tutta al completo possiamo divertirci.
Al 38’al Giraud conducevamo 3 a 2 ed è difficile poi pensare di aver perso così ma riprendiamo dalle cose buone fatte.

Riccio: Questo gol è stato importantissimo ho scaricato tutta la rabbia ed ho avuto uno sfogo anche su quel tiro per l’andamento della partita, sul 2 a 2 avevamo voglia di fare anche il terzo gol. Il risultato è venuto proprio perché ci abbiamo creduto fino alla fine, purtroppo stiamo sbagliando qualcosina ma è un problema non di singoli bensì di fase difensiva ma non abbiamo alibi ne scusanti.  Sicuramente dobbiamo migliorare soprattutto su questo perché i gol avanti ne facciamo, per adesso ci sta girando così, la forza nostra è non mollare e farne sempre uno in più agli altri, sicuramente essere primi in classifica ci fa essere contenti tutti.
I tifosi è giusto che cantino e dicano quello che pensano ma questo per noi è uno sprono ed il fatto che loro cantino fino al centesimo ci da solo grande carica per ribaltare la partita.
La forza esce proprio dalla consapevolezza di essere la squadra più forte ma non è detto che la più forte vince sempre perché dobbiamo metterci la carica sin dall’inizio.

Mennitto: questa squadra è una squadra costruita per vincere con un gol in più delle altre proprio perché abbiamo costruito questa squadra con tanta qualità più che qualità.
Chi non crede nelle qualità di questa squadra e dell’uomo tecnico lo dica chiaramente adesso; dobbiamo e possiamo fare meglio e questo lo sappiamo, perché nel primo tempo non abbiamo fatto bene ma nel secondo abbiamo messo in campo una grande cattiveria. Va dato merito anche alla Sessana che ha un’ottima squadra.
Fino al primo dicembre manca tempo, ma faremo delle valutazioni senza però stravolgere nulla; è chiaro che valuteremo chi è da Savoia e chi invece non lo è, a partire dal sottoscritto.
Ritengo che gli under sono all’altezza e che debbano migliorare come tutti gli under ma faccio una considerazione: la categoria non ci aiuta nel momento in cui l’annata 99 preferisce giocarsi le carte in categorie superiori.