L’Onorevole Mazzella sul Giraud:”Se i tifosi me lo chiederanno sono disponibile a fare da garante”

0
540

 

Il neo eletto senatore torrese tende la mano ai tifosi dichiarandosi disponibile a fare da garante affinché la situazione Giraud si incanali nei binari giusti. 

Per ciò che concerne il calcio giocato, i bianchi sembrano essersi ripresi dopo un periodo di annaspamento, come testimoniano le due vittorie consecutive e l’ottimo pareggio di ieri conseguito sul difficile campo del Napoli United. Per i tanti motivi ormai divenuti di dominio pubblico, occhi e orecchie sono però attualmente rivolti in maniera più attenta alla situazione societaria che se non dovesse avere sviluppi positivi, rischierebbe di vanificare tutti gli sforzi fin qui compiuti. Tutto ruota chiaramente anche attorno alla questione Giraud la cui risoluzione rappresenta una condicio sine qua non per qualsiasi imprenditore intenzionato a rilevare la società. Al fine di ricevere aggiornamenti in tal senso, abbiamo raggiunto telefonicamente l’Onorevole Orfeo Mazzella,eletto di recente al Senato e che proprio poco tempo fa si è interessato alla vicenda:”L’ultima volta che mi sono occupato della questione, ho parlato con l’ingegnere Ferrara e ho ricevuto garanzie sul fatto che i fondi del Pnrr sono stati assegnati per finanziare il progetto di restyling del Giraud e che verrà presto indetta una gara pubblica per far cominciare i lavori. Questo ritengo rappresenti un punto di partenza fondamentale per dare continuità ad un progetto futuro. Se sarà necessario e i tifosi chiederanno di interessarmi nuovamente alla vicenda, sono disposto a interloquire con i tecnici  preposti per fare da garante sui  tempi richiesti, affinché tutto proceda nella maniera più celere possibile. In tal senso, possono anche partecipare, se vorranno, un paio di persone in rappresentanza della tifoseria affinché tutto si svolga nella massima trasparenza possibile”. È proprio sulla trasparenza che il senatore torrese, insiste:”Il dialogo con le Istituzioni deve cambiare in questa città e i cittadini devono conoscere tutti gli strumenti per partecipare attivamente alla vita politica del proprio territorio che appartiene principalmente a loro. Per questo è importante che quando si abbia un dialogo con i rappresentanti locali si metta tutto per iscritto affinché le parole non restino tali e rischino di volare via. Non tutti sanno, ad esempio, che esiste uno strumento come l’ Accesso civico che permette a chiunque di fare domande all’ amministrazione locale su qualsiasi tipo di questione. Si tratta di compilare un semplice modulo e scrivere,ad esempio nel caso di specie, la situazione Giraud a che punto si trova. Basta entrare nel sito del Comune, cliccare sulla sezione trasparenza e scaricare il modulo eppure se si prova a fare una ricerca, si potrà constatare quanto sia difficile reperirlo. A quel punto, le Istituzioni sono obbligate a rispondere e laddove non lo fanno oppure lo fanno evasivamente, possono scattare le inchieste. È da quel momento che noi possiamo intervenire per far luce su qualsiasi tipo di problematica si presenti. Se lo facessero ora, sono convinto che avrevvero subito una risposta visto che sono insediati i Commissari che rappresentano  direttamente il Governo sul territorio.  Dobbiamo informare i cittadini che ci sono dei modi per avere dei contatti diretti con i loro rappresentanti”. Sull’interessamento al Savoia, da parte del Principe Emanuele Filberto di Savoia:”Ho appreso dai giornali di questa cosa ma non sono informato anche perché questa è una vicenda privata e non di interesse pubblico dove posso intervenire direttamente ma la mia mail è di dominio pubblico; basta scrivermi se vorranno invitarmi il giorno in cui il Principe arriverà a Torre Annunziata e coinvolgermi per fungere  anche in questo caso,da collante tra le parti. Conosco bene i tifosi del Savoia e so quanto tengano in primis alla propria città ed alla squadra. Anche io ho seguito i bianchi e nel periodo in cui abbiamo disputato la serie B, avevo l’abbonamento. Ho pianto e gioito anche io per questi colori ma successivamente mi sono allontanato dallo stadio semplicemente perché non mi andava che tutti noi tifosi fossimo presi in giro dai tanti  imprenditori che si sono succeduti e che spessp hanno solo lucrato e giocato con la nostra passione. Mi auguro che in futuro il Savoia possa ritornare ai fasti di un tempo. Lo meritano la città e i tifosi che hanno sofferto troppe volte”.

Lascia un commento

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome