Il tecnico Barbera:”Gli imprenditori locali ci diano una mano”

0
483

Il tecnico oplontino, appena rientrato alla base, ha subito trasmesso grande grinta al gruppo. È risalito senza paura su una nave che sta affrontando una complicata tempesta e chiede a tutto l’ambiente che lui e la sua squadra non vengano lasciati soli perché senza aiuti concreti il titolo andrà perso. 

Un Savoia estremamente concreto e spietato, ha espugnato il campo dell’ Acerrana ritemprandosi nel corpo ma soprattutto nella mente, scossa dagli ultimi avvenimenti balzati agli onori della cronaca. Si è vista una squadra carica di spirito pugnace ma non nutrivamo alcun dubbio su questo, visto che è ritornato in panchina Antonio Barbera, un vero e proprio gladiatore che quando c’è da lottare non si tira mai indietro a maggior ragione se ad aver bisogno è la sua squadra del cuore. Lo abbiamo raggiunto telefonicamente per fare due chiacchiere sulla partita e sul delicato momento che sta attraversando il calcio cittadino:”Sono molto contento della prestazione ed in settimana avevo preparato bene la partita, disponendo in campo i ragazzi nella nostra metà campo, pronti a sfruttare le ripartenze perché sapevamo che gli avversari oltre a giocare un bel calcio dispongono di una linea mediana in grado di pressare e metterti in difficoltà. Ho visto finalmente quella grinta e quella applicazione che mancava nelle partite precedenti. Non è stato facile riprendere ad allenarci perchè oltre a lavorare sugli aspetti tecnici ho dovuto recuperare la rosa soprattutto dal punto di vista mentale. Ho detto ai ragazzi che avrebbe giocato solo chi dimostrava di voler correre e difatti Aquino si è allenato bene ed è stato schierato titolare segnando anche una doppietta. Inoltre prima di scendere in campo, ho radunato tutti il gruppo e ho chiesto loro, ad alta voce, se volevano continuare ancora a mangiare m…., che era arrivato il momento di reagire a chi ci scherniva in tutta la Campania dicendo che eravamo scarsi.  Ci siamo insomma, compattati come non mai e ciò è risultato decisivo”. Il tecnico oplontino che dovrà riuscire ad isolare il più possibile la squadra dagli accadimenti esterni, parla di compattezza, quella compattezza che in forma di appello chiede a tutto l’ ambiente e soprattutto all’imprenditoria locale:” Tengo a ringraziare la proprietà dimissionaria, che  ha coperto tutte le spese fino a fine Novembre, permettendoci di lavorare in tutta serenità. L’unica cosa che adesso ci resta da fare è quella di fare più punti possibili fino a quel periodo e di vedere poi cosa accadrà. Non si può mai sapere; potrebbe nel frattempo, affezionarsi qualcuno a noi  e decidere di darci una mano a portare a termine il campionato. L’unico modo per poter far interessare qualcuno è  però  quello di fare più risultati positivi possibili. Ci vorrà il contributo di tutti noi torresi, sia quelli presenti in rosa sia degli imprenditori locali che potrebbero darci una mano in questo periodo difficile. Per il momento, i calciatori in organico, soprattutto i torresi, daranno l’anima però bisogna anche capire che vivono solo di calcio, del loro mestiere, per cui a Dicembre c’è il rischio che molti di loro saranno costretti ad andare via”. Un ultimo messaggio  Barbera lo dedica ai supporters:”In settimana ci hanno parlato e ci hanno trasmesso una carica incredibile. Hanno capito il momento particolare e ci stanno dando una grossa mano,  dimostrandosi ancora una volta la parte sana di questo calcio. Adesso ci sarà bisogno che tutto l’ambiente si dimostri unito perchè solo così potremo coltivare la speranza che qualcosa di bello possa ancora accadere”.

Lascia un commento

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome