De Luca Bossa: “Finalmente si riparte! Il campionato è ancora tutto da giocare”

0
244

A poche ore dalla ripresa dell’attività agonistica, Alice De Luca Bossa suona la carica e non nasconde tutta la sua voglia di tornare a giocare dopo quasi due mesi di stop.

Di seguito l’intervista completa:

“Questa sarà la prima gara del nuovo anno dopo quasi 1 mese e mezzo di stop. Quali sono le vostre sensazioni e come avete affrontato questa lunga pausa?”

“Non vediamo l’ora di ricominciare e sentire di nuovo le emozioni che ci accompagnano durante tutte le gare. Non abbiamo mai smesso di allenarci ma va detto che non è stato facile mantenere la stessa concentrazione di quando si è consapevoli di dover giocare nel weekend”

“Secondo te, la pausa peserà su queste prima partite? Le prima in classifica potrebbero avere soprattutto un contraccolpo psicologico?”

“Per quanto riguarda noi, penso che non giocando da tanto tempo e volendo a tutti i costi riscattare la brutta sconfitta dell’ultima gara; non ci saranno grossi contraccolpi mentali. Non giocando da due mesi, però, può essere deleterio per il fatto di aver perso quel ritmo partita ma questa è una cosa che riguarda un pò tutti in generale. Tutto, però, dipende da come una squadra scende in campo poiché è solo il blocco squadra che decide il destino di quella gara”.

“Vi siete riprese dalla brutta sconfitta prima della pausa natalizia? Come avete reagito?”

“Quella partita fu davvero difficile ma a mio avviso, ogni squadra ha i suoi “momenti no” e per noi, lo è stato proprio quella partita. Non riuscivamo a colmare l’errore dell’altra, cioè ognuna di noi anziché aggiustare l’errore della propria compagna, tendeva a commettere gli stessi errori e quindi non c’è stato quel lavoro di squadra che ci dovrebbe essere. Questa occasione ci ha fatto capire quanto dobbiamo lavorare e infatti anche negli allenamenti successivi, la coach ci ha stimolate e ci ha dato una grossa carica per far sì che questi scivoloni non avvengano più. L’importante ora è ripartire”

Veniamo a te. Raccontaci del tuo percorso e di come sei approdata qui a Torre Annunziata”

“Ho vinto 4 scudetti nelle giovanili, poi sono stata due anni a Roma in Serie A2, lo scorso anno sono stata a Isernia e infine sono approdata qui alla Fiamma Torrese. Conoscevo già la Fiamma avendola affrontata da avversaria e mi era sempre piaciuto il loro approccio alle partite e appena mi arrivò la proposta, ho subito accettato di far parte di questo gruppo. Mi trovo molto bene qui a Torre Annunziata anche perché ho scoperto di avere molti parenti siccome mio padre è di Cercola e molti suoi cugini vivono proprio qui a Torre. Inoltre, la società è molto accogliente, disponibile e non ti fanno mai mancare nulla se dovessimo riscontrare qualche problema o difficoltà”

“Il blocco squadra ci crede alla vittoria del campionato?”

“Noi puntiamo a raggiungere il miglior obiettivo possibile. Le squadre che in questo preciso momento sono le candidate numero uno alla vittoria del campionato sono, senza dubbio, le due di Messina ma se guardiamo la classifica siamo tutte lì a pochi punti di distacco l’una dall’altra. In generale, però, potrebbe capitare qualunque cosa, quindi mai dire mai”

“Come ultima domanda, ti chiedo chi è Alice al di fuori del campo?”

“Io studio Scienze dell’educazione per l’Infanzia e ho quasi finito il terzo anno e quindi nei momenti in cui non mi alleno, mi dedico allo studio e mi manca poco per terminare la triennale. Anche lo studio credo che sia una cosa molto importante ma in generale, avere anche altre passioni ti stimola e ti sprona a fare sempre meglio. Sono molto legata alla mia famiglia e infatti quando ne ho la possibilità, torno sempre a Roma e sto con loro e poi amo molto il mio cane”

Lascia un commento

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome