Le pagelle dei bianchi: superano tutti la sufficienza

821

Cacace match-winner, Alvino sugli scudi ma nel complesso, buona prova di tutta la squadra.

Savini 6: Poco impegnato durante l’arco della gara dove è’ costretto a sporcarsi i guantoni solo in due circostanze, in occasioni di due conclusioni dalla distanza.

Nives 6: Anche per lui, ordinaria amministrazione. Cisse’ e Ritieni gli creano pochi grattacapi sulla sua corsa di competenza.

Esposito 6,5: Attento e concentrato nel primo tempo, nel secondo comincia anche a provare qualche sortita in avanti, andando più volte sul fondo per mettere al centro cross pericolosi.

Cacace 7: Padroneggia in difesa dove De Luca annulla De Luca insieme al suo compagno di squadra Poziello. Mezzo voto in più’, per il goal che regala ai bianchi questa preziosa vittoria.

Poziello 6,5: Stessa cosa per il collega di reparto. Con lui condivide il merito di aver tenuto inviolata la porta oplontina anche questa volta.

Ausiello 6,5: Si rende protagonista di un’ottima prova insieme a tutti i colleghi di reparto. Garantisce qualità e quantità nella zona nevralgica del campo.

Gatto 6,5: Esordio positivo per l’ex Gragnano. Corsa e dinamismo al servizio della squadra, grazie alle quali Liccardo è’ liberato da compiti di copertura, per dedicarsi così alla fase di impostazione.

Liccardo 6,5:Passo in avanti dopo l’esordio da dimenticare a Picerno. Ritorna ad essere quello visto in Coppa Italia, grazie anche ai due polmoni al suo servizio: Gatto e Ausiello. Dal 76′ Tedesco s.v. Tanta voglia di riscattarsi dopo l’esordio orribile con tanto di espulsione in quel di Picerno, ma ha poco tempo per poter realizzare il suo scopo.

Alvino 7: Probabilmente il calciatore con maggior classe della rosa. Nella posizione di esterno alto di destra, è’ tutta un’altra cosa. È’ veloce e sa saltare l’uomo, e lo dimostra soprattutto nel primo tempo quando crea scompiglio nella porzione di campo difesa da Savarise. Dall’ 81′ Guastamacchia s.v. Viene spedito in campo per arginare un eventuale forcing finale dei padroni di casa che però non ci sarà mai.

Del Sorbo 6,5: Rientro prezioso quello dell’ex Afragolese. Tanto impegno e sportellate con i difensori avversari, come di consueto. Fa reparto da solo, spizzando anche tanti palloni.

Rekik 6: Primo tempo un po’ timido per il calciatore tunisino che però’ cresce alla distanza, nel secondo. I numeri e la qualità’ comunque ci sono, e con il tempo non potrà che crescere sempre di più. Dal 63′ Moretta. Appena entrato sul rettangolo verde, va a piazzarsi a centrocampo, sulla corsia di destra eseguendo con disinvoltura il proprio compito. Giovane interessante che piace a Squillante e che spesso vedremo in orbita prima squadra, quando ci saranno delle assenze.