Ritorna In&Out. Ecco l'analisi della settimana oplontina

    100

    Un solo “in” e ben tre “out”

    Ritorna, puntuale, l’appuntamento con la rubrica In&Out. Non è un buon periodo per il Savoia che sabato scorso ha racimolato la terza sconfitta consecutiva contro il Martina al Giraud, dopo la doppia batosta in trasferta con Salernitana e Foggia. I risultati negativi hanno convinto l’Amministratore Unico Francesco Maglione ad allontanare Bucaro, sostituito da Ugolotti. Lunedì sera, intanto, il Savoia è atteso dall’insidiosa trasferta di Catanzaro

     

    IN

    L’OTTIMISMO DI UGOLOTTI – A parte l’ottimismo del nuovo tecnico “credo nella salvezza del Savoia”, “mi piacciono le sfide”, “questo gruppo, cosi com’è, può raggiungere l’obbiettivo” proprio non riusciamo a trovare nient’altro di “in”. Speriamo che le parole del tecnico si tramutino in fatti, magari già a partire da lunedì sera… 

     

    OUT

    LE OFFESE A CIPRIANI – Protestare per i risultati negativi e chiedere maggior impegno ai calciatori è un diritto di chi paga il biglietto e segue la squadra sempre che, però, si resti nei limiti della civiltà. Così non è stato nei confronti dell’attaccante del Savoia che ha dovuto subire pesanti ingiurie sulla sua famiglia tanto da pensare, per un attimo, di andare via da Torre. Gesto deprecabile da condannare.

    LA SCONFITTA COL MARTINA – La salvezza si ottiene lottando a denti stretti, mettendo in campo grinta e tenacia, gettando il cuore oltre l’ostacolo. Così non è stato nella gara interna col Martina: una partita scialba che ha palesato i limiti di una squadra priva di idee e mordente. La speranza è che il cambio della guida tecnica possa ridare vigore al gruppo.

    LA PROPRIETA’ DEL SAVOIA – Arrivano calciatori nuovi, ne vanno via degli altri, cambiano gli allenatori, subentrano sponsor. Il tutto nella totale assenza e nel più tombale dei silenzi da parte della proprietà del Savoia. L’atteggiamento da parte di chi dovrebbe avere un interesse prioritario verso il sodalizio essendone proprietario, è davvero inspiegabile e Maglione, giuste o sbagliate che siano le sue scelte, è completamente solo a gestire l’entourage. Perché?



    Ogni settimana i migliori e i peggiori dal mondo biancoscudato