Focus sulla prossima avversaria del Savoia: L’Afragolese

0
140

Conosciamo la prossima avversaria del Savoia: L’Afragolese del tecnico Giovanni Masecchia.

Ancora qualche giorno, ed il Savoia scenderà in campo contro l’ Afragolese, per provare a conquistare la terza vittoria consecutiva. Dovrà vedersela contro una compagine che da neopromossa, è partita molto bene, seppure, c’è da dire, nelle ultime settimane abbia affrontato avversarie sulla carta non irresistibili come la Team Nuova Florida ed il Cassino. Ciò comunque, non toglie merito ai ragazzi del tecnico Masecchia, che hanno già palesato una discreta forma fisica ed un buon affiatamento. Nelle prime tre giornate, l’allenatore napoletano, ha schierato i suoi con un 4-3-3, per cui e’ presumibile che questa sarà l’impronta di gioco che vorrà dare alla sua creatura, anche per il proseguio. Nel recupero contro il Team Nuova ha attuato un ampio turnover, facendo riposare molti dei titolari in vista del match disputato contro il Cassino, durante il quale, ha schierato in campo i suoi, questo undici: In porta, il classe 2001’ Pragliola; difesa a quattro comporta, da destra a sinistra, da Riccio (99’), Lagnena, La Monica e Liguori (00’). Nel cerchio di centrocampo, il terzetto composto da Marigliano, Conte e De Rosa 02’ (da sottolineare l’assenza di Carrotta, di solito un titolare); tridente composto dall’italo-argentino Sogno (capocannoniere della rosa con tre reti) ed il suo connazionale Lucarelli (ex Biancavilla) sulle fasce, e dall’ex Fava, al centro. Nel 2-0 con cui i rossoblu’ hanno liquidato i ciociari, le due reti dell’incontro, sono arrivate entrambe da palle inattive (due calci d’angolo) con due inzuccate di Fava e Sogno. Durante tutto l’arco della gara, la costante proposta dagli uomini di Masecchia, sono stati proprio i calci piazzati a cercare, in particolar modo Fava (che ha nel colpo di testa, uno dei suoi punti di forza) e la ricerca continua del gioco sulle corsie laterali dove i due terzini hanno spinto molto per arrivare al cross, ed i due attaccanti esterni hanno provato spesso a puntare il proprio diretto avversario. Di seguito, la tabella riepilogativa dei movimenti di mercato della compagine napoletana. (Nell’elenco, compare anche il nome dell’attaccante Arario, il quale ha però da pochi giorni, risolto consensualmente il contratto con cui si era legato, solo poco tempo fa, all’Afragolese).

Acquisti: Oliva (dif. classe 2001’, dalla Frattese), Riccio (dif. classe 99’, svincolato), Autieri (cent. classe 2001’, dalla Puteolana), Giordano (cent. classe 2000’, dall’Aversa), Carrotta (cent. classe 95’, dalla Nocerina), Mauro (cent. classe 2000’, dal Marina di Ragusa), Modic (cent. classe 96’, dall’Fc Krupa), Conte (cent. classe 88’, dal Grumentum), De Rosa (cent. classe 86’, dal Pomigliano), Tiberio (cent. classe 2001’, dal San Tommaso), De Rosa (cent. classe 2002’, in prestito dal Benevento), Energe (cent. classe 2000’, dal Chieti), Lucarelli (cent. classe 94’, dal Biancavilla), Bellante (att. classe 97’, dal Belluno), Esposito (att. classe 97’, dal Grumentum), Arario (att. classe 95’, dalla Frattese), Prisco (att. classe 87’, dalla Turris), Pirone (att. classe 2000’, dalla Virtus Campania)

Allenatore: Masecchia (riconfermato)

Lascia un commento

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome