FC Messina-Savoia: chi vincerà questa partita a scacchi?

0
121

I due tecnici Parlato e Gabriele, hanno preparato la partita nei minimi particolari e hanno provato nuove soluzioni tattiche per ovviare al fattore prevedibilità

Il match di domani tra FC Messina e Savoia promette gol e spettacolo, visto che si affronteranno il quarto ed il terzo attacco del campionato.

Da un lato, ci sarà la punta di movimento Carbonaro, autore sin qui di 11 sigilli, dall’altro, Scalzone che, con la rete di domenica scorsa, è salito a quota 9, superando il compagno di squadra, Cerone.

All’andata, con il suo 4-4-1-1 improntato sul dinamismo e la velocità e senza un vero e proprio centravanti di ruolo, la compagine peloritana mise in difficoltà i bianchi con un grande pressing attuato dal centrocampo e dalle punte che riuscì nell’intento di scollare difesa e centrocampo dei torresi.

Il leitmotiv della gara fu proprio questo: Carbonaro andava in pressione sui centrali difensivi bianco-scudati, costringendo gli stessi ad effettuare lanci lunghi, mentre i tre della linea mediana erano nel frattempo, imbrigliati nella morsa costruita dal tecnico Costantino, poi esonerato.

La partita, dunque, si deciderà inevitabilmente proprio in quella porzione di campo in cui gli interpreti che la occuperanno dovranno correre tanto sia per stare vicini ai difensori e dare una mano nella fase di impostazione con tocchi rapidi per superare la pressione avversaria, sia per assistere gli attaccanti, in zona offensiva.

Ad oggi Corigliano, Palermo e Castrovillari sono stati in grado di espugnare lo “Scoglio” di Messina. Sarà sicuramente difficile per capitan Poziello e company che con la loro qualità, però, possiedono tutti i mezzi per conquistare l’intera posta in palio.

Lascia un commento

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome