Castrovillari-Savoia: arriva la beffa nel finale. Al Rende finisce 1-1

0
160

Dopo il pareggio del Palermo sul campo del San Tommaso, il Savoia ha la ghiotta occasione di accorciare ulteriormente sui rosa-nero per portarsi ad un solo punto di distacco. Ostacolo degli oplontini è il Castrovillari che nella gara di andata al Giraud usci sconfitto per 3 a 2, grazie ad un colpo da biliardo di Romano nei minuti finali.

Mister Parlato deve rinunciare ancora ad Oyewale, fermo ai box per problemi fisici e a sorpresa schiera Orlando dal 1‘ preferito a Cerone. Come nella gara con il San Tommaso della scorsa giornata, Bozzaotre confermato sulla corsia di sinistra, proprio al posto del nigeriano.

Arbitro dell’incontro è il signor Emanuele Bracaccini della sezione di Macerata, coadiuvato da Petrica Filip di Torino e Scardovi di Imola.

Le formazioni :

Savoia: Coppola, Dionisi, Guastamacchia, Poziello, Rondinella, Tascone, Gatto, Osuji, Bozzaotre, Orlando, Diakitè. A disp.: Prudente, Romano, Chironi, Cerone, Luciani, Caiazzo, Scalzone, Scognamiglio, Paudice.

Castrovillari: Aiolfi, Barilaro, Greco, Di Battista, Ferrante, Vona, Cangemi, Consiglio, Guarracino, Gagliardi, La Ragione. A disp: La Rosa, Mattei, De Pace, Graziano, Buda, Lucido, Birzò, Rosi, Kean.

La cronaca

La prima occasione arriva al 4′ per il Savoia, con una mezza rovesciata di Orlando, ma Aiolfi para senza troppi problemi. Dopo pochi minuti sono ancora gli ospiti ad andare vicini al gol, con un tiro a giro di Osuji, ma ancora una volta il portiere rosso-nero risponde presente, deviando in angolo la conclusione del nigeriano. Il primo squillo dei padroni di casa arriva al 19′ con una conclusione angolata di La Ragione, con Coppola che risponde al collega di reparto, mettendo la sfera in angolo. Alla mezz’ora il Savoia passa in vantaggio con un piattone destro di Tascone sul secondo palo, Aiolfi stavolta non può nulla.

A pochi minuti dall’intervallo, la squadra rosso-nera ha l’opportunità di pareggiare con Guarracino che si trova a tu per tu con Coppola, ma il portiere biancoscudato compie il miracolo, mantenendo cosi il vantaggio. Non accade più nulla e le squadre vanno negli spogliatoi sul risultato di 1-0 per la squadra ospite.

Comincia il secondo tempo e dopo poco più di 10′ Parlato decide di cambiare, inserendo Scalzone al posto di Diakitè. Sono i padroni di casa, però, ad andare vicini al gol, con un imperioso stacco di testa, ancora una volta di Guarracino, ma Coppola si ripete come nel primo tempo ed evita il pareggio.

Al 25′ doppio cambio per il Savoia: fuori Orlando e Osuji per Romano e Luciani. Dopo la mezz’ora, non ci sono grosse emozioni nè da una parte nè dall’altra, ma il direttore di gara è costretto ad allontanare l’allenatore rosso-nero, già redarguito precedentemente. Proprio sul finale, il Savoia riceve la beffa: atterramento in area e per l’arbitro è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Guarracino che non sbaglia, chiudendo cosi la gara sull’1 a 1.

Con questo pareggio, il Savoia arresta la striscia di 8 vittorie consecutive e rimane cosi a 3 punti di distacco dal Palermo. Prossima gara al Giraud, dove i bianchi attenderanno il Marina di Ragusa.