Palermo- Savoia: i precedenti

255

Tutti i precedenti tra rosanero ed oplontini.

(Nella foto, una formazione del Savoia 46’/47′, che stupi’ tutti in serie B, piazzandosi al sesto posto).

Sono dieci i precedenti tra Palermo e Savoia. Il bilancio complessivo, vede in vantaggio i bianchi con 5 vittorie a 4, mentre il segno X e’ apparso in una sola circostanza (12 goal fatti per gli oplontini, 14 per i rosanero). La prima volta, in serie B (stagione 1946/47′). Il Savoia del presidente Carotenuto, stupisce tutti, concludendo il campionato al sesto posto, un punto avanti, proprio ai siciliani. All’ andata a Torre Annunziata, affermazione dei padroni di casa per 1-0, grazie alla rete del bomber Secondo Rossi, al 76′(ben 17 reti per lui, di cui 4 dal dischetto). A Palermo, sonora sconfitta al ritorno, per 5-0. Reti sicule, firmate da Morroni (4′ e 64′), Compiani (autorete al 56′), Lombardi (69′)e Antoli (70′). L’anno successivo (55’/56′), le due compagini si incontrano nuovamente in serie B e questa volta, i rosanero vinceranno il campionato mentre i torresi, non riusciranno a salvarsi. C’e’ da dire, comunque, che le retrocessioni furono ben dieci, a causa delle ristrutturazioni dei campionati. All’andata a Palermo, vittoria dei siciliani per 2-1. Pavesi al 45′ e Boniforti al 63′, portano sul doppio vantaggio i padroni di casa, prima che giunga, sul finale, la rete di D’Avino all’80’. Nel match di ritorno, con identico punteggio il Palermo espugna il “Formisano”. Ancora D’Avino a segno al 44′, per il vantaggio iniziale dei torresi, pipì raggiunti e superati nella seconda frazione di gioco, nell’arco di soli tre minuti (Di Bella 63′ e Vicpaleck al 66′). Si passa dunque, a tempi più recenti. Siamo esattamente nell’anno 1997’/98′ (serie C1). I biahchi concludono la stagione a metà classifica mentre il Palermo retrocederà dopo aver perso i play-out contro la Battipagliese, per poi essere ripescato per sostituire l’Ischia, esclusa dal campionato. Al “Velodromo Falcone e Borsellino”, match scoppiettante e ricco di reti (3-3 il punteggio finale). Triuzzi al 1′, porta subito in vantaggio i rosanero; pari e sorpasso dei bianchi con Carannante (20′) e Marsich (rig. Al 49′); sorpasso questa volta dei padroni di casa con Massara al 63′ e Dittgen al 72′. Pari definitivo di Veronese all’87’. Al ritorno sul neutro dell'”Arechi” di Salerno, vittoria dei ragazzi di mister Bianchetti per 2-1 con reti di Califano e Nocerino, 18′ e 65′, intervallate dal momentaneo pari di Triuzzi al 40′. Veniamo poi, alla stagione che tutti conosciamo, quella della promozione in B (stagione 98’/99′). All’andata al “San Paolo” di Napoli, vittoria per 2-0 degli uomini di Iaconi con reti di Califano al 45′ e di capitan Monza all’80’, di pregevole fattura quest’ultima. Al ritorno, vittoria rosanero grazie ad una rete di Puccinelli al 44′, il quale, dopo due stagioni, indosserà la maglia oplontina. Nei play-off, Califano su rigore al 60′ e Masitto con un capolavoro al 56′, regalano la doppia vittoria ai bianchi che vale l’accesso alla finalissima con la Juve Stabia, poi vinta al “Partenio” di Avellino, per 2-0. Passiamo infine alla stagione 2000/2001 (serie C1). I ragazzi del tecnico Morgia, sfiorano per un niente l’accesso ai play-off. Di quella stagione, una partita indimenticabile fu proprio quella con i siciliani, vinta al “Giraud” per 5-1 dopo un match spettacolare. Davanti a 9.000 spettatori, i rosanero passano in vantaggio con Elia dopo dieci minuti, ma vengono travolti dalle reti di Greco (26′), Kanyengele 51′ e 67′, e Cariello al 73′. Nella gara di ritorno alla “Favorita”, i padroni di casa la spuntano grazie ad una rete dell’ex Roma Cappioli, al 90′.