Coppa Italia, Savoia-Fidelis Andria 3-0: i bianchi accedono agilmente ai sedicesimi

388

Torre Annunziata, 9/10/2019

Dopo la sofferta vittoria casalinga di domenica sul Roccella, i bianchi di mister Parlato sono chiamati subito ad un altro impegno ufficiale, stavolta per i trentaduesimi di coppa Coppa nel mercoledì sera oplontino al Giraud contro la Fidelis Andria.

Mister Parlato stravolge il modulo tattico optando per un inedito 5-3-2 con il giovane Paudice ed Orlando a comporre la coppia d’attacco; a centrocampo schierato dal primo minuto il diciassettenne Mancini nei 3 centrali a fianco di Gatto e Giunta.

Il tecnico dei biancoblù Giancarlo Favarin schiera invece il 3-5-2 con la coppia d’attacco composta da Giovanni Tedesco e Varriale.

IL TABELLINO

Savoia – Fidelis Andria 3 – 0

Marcatori: Gatto (Sa 23’pt), Cerone (rig. 31’st, 47’st Sa).

LE FORMAZIONI

Savoia (5-3-2): Prudente (’01) (dal st Volzone), Dionisi (dal 28’st Rondinella), Riccio (’99), Poziello, Guastamacchia, Oyewale (’00); Mancini (’02) (dal 16’st Tascone), Gatto, Giunta (’99) (dal 29’st Cerone); Orlando (dal 7’st Osuji), Paudice (’01). A disp.: Volzone (’00), Scalzone, Cerone, Cavucci (’02), Osuji, Rondinella (’01), Tascone (’01), Laino (’02), Giacobbe. All.: Carmine Parlato.

Fidelis Andria (3-5-2): D’Andrea (’00), Porcaro, Cipolletta, Kosnic (dal 12’st Massa); Muratore (’01) (dal 10’st Zingaro), Montemurro, Dalla Bona, Gava, Nannola (’01) (dal 12’st Della Corte), Tedesco (dal 34’pt Banegas), Varriale (’99). A disp.: Equestre (’01), Zingaro (’00), Massa (’01), Della Corte, Bedin, Banegas, Petruccelli (’99), Di Filippo, Arfaoui (’99). All.: Giancarlo Favarin.

Arbitro: Angiolari di Ostia.

NOTE

Spettatori: circa 800 (di cui circa 100 da Andria) Ammoniti: Cipolletta (FA), Banegas (FA) Calci d’angolo: Sa 3 – FA 3

LA CRONAC A

PRIMO TEMPO

Nei primi minuti la gara si rivela priva di emozioni ed è solo al 20′ che gli ospiti hanno la possibilità di passare in vantaggio sugli sviluppi di un corner con Montemurro che raccoglie il pallone ma sciupa clamorosamente calciando alto sopra la traversa.

Al 23′ il Savoia passa in vantaggio con Gatto che arriva dalle retrovie, riceve palla e dal limite dell’area sfodera un gran destro che si insacca violentemente alla destra di D’Andrea.

Dopo il gol del vantaggio sono gli ospiti a tenere il campo e ad affacciarsi dalle parti della porta difesa da Prudente, cercando di sfondare la difesa avversaria soprattutto con inserimenti centrali.

AL 39′ è il Savoia a sfiorare il raddoppio con una bella azione corale: Paudice fa da sponda fuori area di rigore e serve Orlando che di prima intenzione calcia potente con la sfera che termina di poco alla destra della porta difesa da D’Andrea.

Dopo 2 minuti di recupero il direttore di gara manda le squadre negli spogliatoi sul parziale di 1 a 0 per il Savoia.

SECONDO TEMPO

Al 7′ mister Parlato passa addirittura al 5-4-1 togliendo Orlando ed inserendo Osuji che però agisce avanzato a supporto di Paudice.

Nella prima mezz’ora della seconda frazione nulla da segnalare se non le sostituzioni con Parlato che sembra tornare sui suoi passi e inserisce un centravanti come Cerone facendo uscire Dionisi salvo poi esser costretto a far uscire uno stanco ed acciaccato Paudice per Rondinella. Oltre la giostra tattica però alcuna azione pericolosa da mettere a referto se non un tiro al volo di Rondinella appena subentrato che finisce in curva.

Al 30′ Osuji mette al centro e Massa colpisce nettamente con la mano la sfera deviandola, il direttore di gara assegna calcio di rigore.

Al 31′ Cerone trasforma il rigore con D’Andrea che intuisce la direzione ma non riesce ad arrivare sulla consueta precisione balistica del sempre più capocannoniere biancoscudato.

Al 39′ Gatto sfiora la rete con un gran destro che lambisce la parte alta della traversa.

Al 47′ Oyewale si incunea in area di rigore questa volta sulla destra e serve l’assist al bacio a Cerone che non deve far altro che spingere in rete il 3 a 0.

Dopo 5 minuti di recupero l’arbitro sancisce la fine delle ostilità; Savoia batte Fidelis Andria 3 a 0 ed accede ai sedicesimi di finale di Coppa Italia nei quali affronterà il Portici nel derby campano di coppa che probabilmente si disputerà il 16 di ottobre (data da verificare). Ora gli uomini di Parlato hanno da preparare in pochi giorni la difficile trasferta di Licata.