Cerignola – Savoia: s’infrange il sogno dei bianchi. Al “Monterisi ” finisce 2 a 1.

490

Cerignola, 12/05/2019

Scenografie e tifoserie di categorie superiori Al “Monterisi” di Cerignola fanno da cornice alla semi-finale play off del girone H di serie D che vede i bianchi di mister Campilongo affrontare in trasferta la squadra che nel campionato ha espresso il miglior gioco ed il secondo miglior attacco.

Mister Campilongo opta per il suo ormai consueto e consolidato 3-5-2 schierando sulle fasce Nives e Rekik; Alvino invece è inserito nei 5 di centrocampo tra i 3 centrali insieme a Maranzino e Costantino a supporto della confermatissima coppia d’attacco Del Sorbo – Diakitè.

Il tecnico dell’Audace invece sceglie il 4-3-3 con il classe 2000 Cascione schierato a fianco degli esperti Di Cecco e Longo. A supportare la punta Foggia è ila coppia Loiodice – Lattanzio. Confermato quindi il trio d’attacco d’esperienza che ha portato il Cerignola in testa alla classifica di gol fatti.

IL TABELLINO

Cerignola – Savoia 2 – 1

Marcatori: Poziello (40’pt Sa), Loiodice (14’st Ce), Foggia (30’st Sa).

FORMAZIONI

Cerignola (4-3-3): Abagnale (’98), Russo (’99), Abbruzzese, Allegrini, Inrosso (’00); Longo, Di Cecco (dal 38’st Pollidori), Cascione; Lattanzio, Foggia, Loiodice. A disp.: Cappa (’00), Matere (’00), Pollidori, De Cristofaro (’00), Amabile (’99), Vitofrancesco, Parise (00), Marotta, Carannante (’99). All.: Leonardo Bitetto.

Savoia (3-5-2): Savini (’99), Guastamacchia (dal 34’st Tedesco), Cacace, Poziello (dal 42’st Ortiz); Nives (’00), Costantino (dal 41’st Ayina), Maranzino (’99), Alvino (dal 19’st D’Ancora), Rekik (’98) (dal 34’st Esposito); Del Sorbo, Diakitè. A disp.: Scolavino (’99), Esposito (’99), Rondinella (’01), D’Ancora, Ausiello, Liguoro (’00), Ayina, Ortiz, Tedesco. All.: Salvatore Campilongo.

Arbitro: Madonia Dario da Palermo.

NOTE

SPETTATORI: circa 1.200 di cui 300 da Torre Annunziata AMMONITI: Nives (Sa), Costantino (Sa), Diakitè (Sa), Poziello (Sa), Maranzino (Sa), Foggia (Ce)  CALCI D’ANGOLO: CE 4 – SA 2

LA CRONACA

PRIMO TEMPO

Al 13’ Foggia sfiora il gol con una conclusione forte e tesa dal vertice dell’area di rigore ad incrociare costringendo Savini ad una parata difficile.

Al 18’ Lattanzio sul primo corner si rende subito pericoloso di testa con una conclusione che sfiora il palo alla sinistra di Savini.

Al 21’ primo episodio sospetto in area di rigore con un contestato fallo di mani da parte di un difensore del Cerignola sulla conclusione di Rekik.

Al 25’ Savini respinge di nuovo una conclusione verso la rete bassa e tesa non facile da controllare.

Al 36’ Loiodice conclude potente verso la rete ma Savini respinge ancora in corner.

Al 40′ Poziello insacca in rete lo zero a uno con un colpo di testa al bacio che spiazza Abagnale.

Dopo 4 minuti di recupero il direttore di gara fischia la fine della prima frazione di gioco con il Savoia in vantaggio per zero a uno.

SECONDO TEMPO

All’11’ Poziello cade e trascinacon sè Longo in area di rigore, l’arbitro indica subito il dischetto senza esitare.

Al 14′ Loiodice dal dischetto non esita, conclude in rete spiazzando Savini mettendo a segno il pareggio.

Al 21′ Rekik rientra da sinstra dopo un bell’aggancio al volo ma la conclusione è facilmente controllata da Abagnale.

Al 30′ Foggia sfrutta un contropiede nato da un fallo sospetto su Del Sorbo in area di rigore e mette a segno il 2 a 1.

Al 47′ Ortiz sfiora la rete di testa con un colpo di testa molto potente sul quale Abagnale però compie una gran parata.

Dopo 5 minuti di recupero il direttore di gara fischia la fine della partita; Cerignola batte Savoia 2 a 1 ed accede alla finale play-off che si disputerà domenica prossima ancora al Monterisi contro il Taranto in un derby tutto pugliese che si preannuncia già di fuoco.

Ai bianchi non basta una prestazione “buona a metà” ma gli uomini di Campilongo escono comunque applauditissimi dai propri beniamini tra cori di sostegno e vicinanza ad una squadra che ha saputo comunque far tornare emozioni vissute ormai troppo tempo fa.