Sarnese- Savoia: i precedenti

187

L’incontro manca dal 1989 (circa 29 anni). Per un curioso destino, fu proprio l’ultima giornata della stagione (88’/89′) in cui entrambe su affrontarono, a tracciare il futuro delle due società. Alla Sarnese sarebbe servita una vittoria per salvarsi ma i torresi conquistarono, dopo una drammatica battaglia, un punto fondamentale che sancì la loro permanenza in Interregionale. I granata, così, retrocessero mentre il neo presidente Farinelli dette via a quel ciclo vincente che nel giro di poco più di un anno, porto’ il Savoia in C2. E’ proprio da allora che le due squadre non si incontrano…

Sono in totale 12 i precedenti tra Sarnese e Savoia. Il bilancio complessivo, vede in netto vantaggio i bianchi con 5 vittorie a 2 mentre il segno X è’ apparso in 5 circostanze (12 le reti siglate dai bianchi, 6 quelle messe a segno dai granata). Il primo incrocio risale alla stagione 73’/74′ (Campionato di Promozione). Il Savoia di D’Amelio riesce a condurre in porto la salvezza, dopo una stagione piuttosto tribolata, cosa che invece non succede alla Sarnese che retrocede dopo aver totalizzato soltanto 18 punti. A Torre Annunziata, il 23 Dicembre, successo dei padroni di casa con rete al 78′ di Merola; al ritorno, pari per 1-1 (al 34′ Luise per i salernitani, al 68′ Palumbo per gli oplontini). Piccola pausa, e ci si rivede nel campionato di Interregionale (83’/84′). Un’annata da dimenticare per i ragazzi del presidente Pasquale Gallo che sprofondano in Promozione. Alla prima giornata, successo al “Comunale” grazie ad una rete di Puglisi al 25; a Sarno, vendetta dei granata che rispediscono gli avversari a casa con lo stesso punteggio (85′ Robustelli). Altra salvezza acciuffata per il rotto della cuffia durante la stagione 85’/86′ (Interregionale). All’andata, sfuma al 94′, la vittoria in casa (34′ Loffredo per i bianchi, pari all’ultimo respiro di Volpe per gli ospiti). Lo stesso Volpe, giustiziera’ i bianchi ancora nel finale, nel match di ritorno. Una sua doppietta al 24′ ed all’ 89′ rende vano il goal del momentaneo pari di Barco all’ 82′. L’anno successivo, vanno un po’ meglio le cose e si riesce a concludere la stagione con un buon piazzamento in centro-classifica. Al “Giraud”, gli oplontini calano una quaterna (27′ e 56′ Magni, 64′ D’Angelo, 69′ Guidetti); si ripetono anche in trasferta, grazie ad una rete nel finale ancora di Magni (89′) che spezza un equilibrio mantenutosi sin li’, sui sigilli di Guidetti su rigore al 10′, per i bianchi e su quello di Calate’ al 18′, per i padroni di casa. Ancora Interregionale la stagione successiva (87’/88′), campionato beffa per la Sarnese che dopo aver concluso in prima posizione 51 punti conquistati, a pari merito con la Battipagliese, perde per 2-1 lo spareggio promozione per la C2, con le zebrette. Entrambi i match,terminano con un pari ad occhiali. Si passa,dunque, alle ultime due sfide (Interregionale, 88’/89′) che coincidono con l’esordio di Farinelli la cui presidenza sarà poi costellata di grandi successi. Arriva una salvezza all’ultimo minuto, conquistata all’ultima giornata, dopo un eroico pari proprio sul campo della Sarnese per 0-0. Si granata, sarebbe servita una vittoria per salvarsi ma i torresi tennero duro, conquistando un punto fondamentale che gli regalerà la permanenza in quarta serie. All’andata, e’ una rete di Melfi al 61′, a regalare ai ragazzi di mister Schettino, i tre punti.

Il match, a Kevin Bonacina di Bergamo.

Sarà’ il lombardo Kevin Bonacina a dirigere il match valido per la decima giornata di campionato. In 7 presenze in stagione, ha estratto 11 cartellini gialli e 2 rossi. Sarà coaudiuvato dagli assistenti Fabrizio Almanza di Latina e Stefano Vito Martinelli di Potenza.

(Nella foto, il Savoia 88’/89′ che conquistò una eroica salvezza all’ultima giornata, proprio contro la Sarnese).