Primo posto sfumato: al Giraud termina 1-1

0
298

Dopo la vittoriosa trasferta di Formia, il Savoia ritorna tra le mura amiche dello stadio Giraud. Ospite della squadra oplontina è il Lanusei di mister Alfonso Greco. Cambio modulo per il Savoia che opta per un 4-4-2 con Correnti e Sorrentino sugli esterni e la coppia Orlando – Gennaro Esposito in avanti.

Formazioni:

Savoia: Esposito, Kouadio, Manzo, Poziello, Boccioletti, Correnti, Tarascio, De Rosa (dal 65′ D’Ancora), Sorrentino( dal 77′ Melillo), Orlando, Esposito G ( dal 46′ Caso Naturale). A disp: Cannizzaro, Riccio, Prevete, Cipolletta, Stallone, D’auria

Lanusei: Lagorga, Sylla, Carta, Pennetta (dal 82′ Pennetta), Bonu, Callegari, Varela, Arvia, Attili (dal 74′ Raimo), Floris (dal 80′ Camilli), Sakhi. A disp: Genovese, Paolini, Manca, Virdis, Toracchio, Mazzei

Risultato: 1-1

Marcatori: Sakhi (13′), Esposito G (44′),

Ammoniti: Manzo(Sa), Varela (La), Sylla (La)

Espulsi: Callegari (La)

Primo tempo

Al minuto 13 il Lanusei passa in vantaggio con un colpo di testa di Sakhi, con il pallone che colpisce prima la parte bassa della traversa e poi si deposita in rete.

Al 21′ arriva la prima vera occasione per il Savoia, con Esposito che colpisce bene di testa un cross proveniente dalla corsia sinistra ma l’impatto con la sfera è troppo centrale e non impensierisce il portiere laziale. I padroni di casa cercano di far male alla difesa avversaria soprattutto dalla corsia sinistra dove Boccioletti e Sorrentino dialogano bene, ma è al 27’ che il Lanusei si affaccia di nuovo dalle parti di Esposito, con Pennetta che da fuori area disegna una bella parabola che però finisce di poco alta sopra la traversa. Dopo la mezz’ora, il ritmo inizia ad alzarsi e il gioco è caratterizzato da repentini capovolgimenti di fronte da una parte e dall’altra, senza però riuscire a concretizzare o quanto meno inquadrare lo specchio della porta. Quasi allo scadere dei primi 45 minuti, arriva il pareggio del Savoia: Esposito lasciato tutto solo nell’area piccola raccoglie un pallone raso terra proveniente dalla sinistra e lo deposita in rete. Inutili le proteste degli ospiti che reclamano una presunta posizione di fuorigioco dell’attaccante oplontino.

Secondo tempo

Dopo pochi minuti dall’inizio della ripresa, il Savoia effettua il primo cambio: esce Gennaro Esposito ed entra il neo acquisto Caso Naturale. Al 10′ gli ospiti ci provano su calcio di punizione ma il pallone colpito da Callegari, termina in calcio d’angolo. Al quarto d’ora il Savoia ottiene un buon calcio di punizione a pochi passi dalla linea dell’area di rigore ma la botta potente, calciata da Poziello, finisce sulla barriera. Al 66′ Caso Naturale sfiora il gol, con un bel tiro al volo che deviato da un difensore avversario, termina di poco a lato alla destra di Lagorga.

Al 70′ il Lanusei rimane in 10 uomini per il doppio giallo rimediato da Callegari e poco dopo, i padroni di casa reclamano per un fallo in area di rigore ai danni di Orlando, ma per il direttore di gara non ci sono gli estremi per il penalty. Dopo l’espulsione di Callegari, si gioca soltanto nella metà campo del Lanusei, ma un Savoia troppo prevedibile sia sugli esterni, sia per vie centrali; non mette troppo in difficoltà la retroguardia laziale. Al 90′ Manzo, di piatto, tenta a piazzare il pallone sul primo palo ma l’impatto con la sfera è troppo debole e termina sul fondo.

Non accade più nulla al Giraud, con il Savoia che ottiene il quinto risultato utile consecutivo ma che non riesce a passare in testa alla classifica. Le dirette concorrenti, Monterosi e Latina dovranno ancora recuperare diverse gare.

Lascia un commento

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome