Savoia-Giugliano 1-0: Rondinella “vola” e fa “volare” il Savoia

386

Torre Annunziata, 24/11/2019

In un pomeriggio di pioggia insistente al Giraud, i bianchi sono chiamati a disputare il secondo derby consecutivo contro una squadra campana, il Giugliano; considerando la seconda posizione del Savoia e la terza dei gialloblù è anche sicuramente il più importante in termini di classifica.

Mister Parlato che alla vigilia in conferenza stampa ha chiamato i suoi a “scalare il gradino in più che manca per la maturazione definitiva e decisiva”, non rinuncia al suo 3-5-2 optando per la coppia Cerone – Diakitè in attacco.

Il tecnico dei gialloblù, nonché ex del Savoia, Agovino opta invece per il suo ormai abitudinario 4-3-3 con tutti gli ex tranne Manzo schierati dal primo minuto; Alvino e Caso Naturale sostengono la punta De Vena, Liccardo ha le chiavi del centrocampo e Di Girolamo della difesa.

IL TABELLINO

Savoia – Giugliano 1 – 0

Marcatori: Rondinella (Sa 12’pt)

LE FORMAZIONI

Savoia (3-5-2): Coppola (’99), Dionisi, Guastamacchia, Poziello; Rondinella (’01), Tascone (’00) (dal 42’st Mancini), Gatto Osuji, Oyewale; Cerone (dal 40’st Giunta), Diakitè (dal 22’st Scalzone). A disp.: Prudente (’01), Giunta (’99), Romano, Cavucci (’02), Mancini (’02), Riccio (’99), Scalzone, Peluso (’01), Paudice (’01). All.: Parlato Carmine.

Giugliano (4-3-3): Mola (’99), Micillo (’00), Carbonaro, Di Girolamo, Mennella (’01); Capone (’00) (dal 2’st Orefice), Liccardo (dal 44′ Bacio Terracino), Tarascio; Alvino (dal 23’st Ruggiero), De Vena, Caso Naturale. A disp.: Simoncelli (’01), D’Ausilio (’01), Impagliazzo, Colombatti, Riccardis (’02), Bacio Terracino, Ruggiero, Orefice (’00), Manzo. All.: Agovino Massimo.

Arbitro: De Angeli di Milano.

NOTE

Spettatori: 2.500 (di cui 400 da Giugliano) Ammoniti: Rondinella (Sa), Micillo (Gi), Caso Naturale (Gi), Liccardo (Gi), Dionisi (Sa), Coppola (Sa) Calci d’angolo: Sa – Gi 6 – 1

LA CRONACA

PRIMO TEMPO

Al 12′ Rondinella da corner buca di testa Mola ed insacca l’uno a zero per i bianchi.

Al 18′ Oyewale prova un forte tiro-cross dalla fascia sinistra ma trova il palo a negargli la gioia di quello che sarebbe stato un eurogol.

Al 30′ Gatto sciupa una ghiotta occasione in contropiede calciando basso e debole alla sinistra di Mola.

Al 36′ Osuji lanciato da Gatto in contropiede sciupa a sua volta calciando addosso a Mola anziché servire in mezzo Diakitè tutto solo.

Dopo un minuto di recupero in cui non accade nulla se non una mini rissa fuori area di rigore del Savoia scaturita da un battibecco tra Dionisi e Liccardo dopo il fallo di quest’ultimo ai danni del difensore dei bianchi. Savoia 1 – Giugliano 0.

SECONDO TEMPO

All’8′ annullato il gol a Diakitè per fuorigioco; l’attaccante ivoriano aveva insaccato da sotto misura un assist al bacio di Oyewale.

Al 15′ Cerone rientra da destra e scarica il sinistro basso e teso, Mola respinge ma Diakitè non è pronto per spingere in rete.

Al 16′ annullato per fuorigioco il clamoroso autogol di Rondinella che aveva respinto in rete un cross apparentemente innocuo da centrocampo.

Al 24′ Mennella atterra in area di rigore uno scatenato Cerone avventuratosi nel dribbling in area, l’arbitro non ha dubbi ed indica il dischetto.

Dal dischetto va lo stesso Cerone che calcia alle stelle, il risultato resta invariato.

Al 30′ primo tiro verso la porta del Giugliano con Ruggiero che ci prova dalla distanza ma calcia alto.

Al 37′ Coppola si supera su Caso Naturale che aveva colpito di testa da sotto misura su calcio di punizione.

Al 41′ Tarascio calcia per la prima volta nello specchio della rete ma Coppola blocca.

Dopo 6 minuti di recupero il direttore di gara sancisce il termine della gara; Savoia batte Giugliano 1 a 0. I bianchi consolidano così la seconda posizione in classifica col Palermo che conserva però gli 8 punti di vantaggio grazie alla vittoria sull’Acr Messina al Barbera.